Il Liceo Filippo Buonarroti è inserito in un contesto territoriale caratterizzato dalla presenza di un’importante sistema universitario e prestigiosi Centri di Ricerca Nazionale, dalla presenza di aziende medio-piccole (anche di tipo informatico o legate all’innovazione digitale) e molteplici studi professionali, dalla presenza di una rete museale significativa e di un complesso monumentale di rilievo internazionale, che alimenta il settore turistico commerciale di tutta la zona limitrofa.
I bisogni del territorio, dunque, ben si conciliano con la vocazione tipica dei tre indirizzi presenti nella nostra scuola: liceo scientifico, liceo scientifico con opzione scienze applicate, liceo linguistico e permettono di articolare un progetto di alternanza scuola lavoro coerente con i curricola specifici e integrato con la realtà dell’area.
Tale sinergia è resa possibile da una riflessione documentata dei bisogni formativi individuati sul territorio che prospetta l’assunzione di personale con competenze di tipo universitario (anche rivolte all’innovazione), con elevata specializzazione, con abilità in attività di ricerca, con competenze di tipo linguistico (almeno di livello B2) e culturale, ma anche competenze trasversali, di cittadinanza e di problem solving, relazionali, di adattamento, di iniziativa e creatività, di leadership, competenze imprenditoriali e di progettazione, competenze chiave relative al Lifelong Learning.
I percorsi di ASL organizzati dalla scuola in collaborazione con Enti e Aziende presenti sul territorio hanno dunque obiettivi che si innestano e si raccordano con il percorso di studi e “diventano componente strutturale della formazione al fine di incrementare le opportunità di lavoro e le capacità di orientamento degli studenti”, secondo quanto previsto dalle linee guida della L107/2015.
L’Alternanza Scuola Lavoro pertanto svolge un ruolo strategico all’interno del PTOF elaborato dalla scuola che ha individuato in questo ambito anche un importante settore di intervento per il Piano di Miglioramento relativamente sia agli esiti degli studenti che alle competenze chiave e di cittadinanza.
Il Progetto indica i seguenti obiettivi come fondanti per la scelta e l’organizzazione della attività:
- motivare ad uno studio più proficuo delle discipline di indirizzo e non e facilitare i processi cognitivi
- rendere i percorsi di studio più attrattivi, maggiormente qualificanti e fortemente connessi con la formazione superiore
- rendere i percorsi più flessibili (modularizzazione, personalizzazione)
- arricchire il curriculum scolastico degli studenti, rilevando e valorizzando le competenze, in particolare quelle trasversali (competenze chiave e di cittadinanza)
- favorire la transizione dello studente agli studi universitari, anche attraverso percorsi che facilitino un corretto orientamento in uscita
- offrire loro la possibilità di accedere a luoghi di educazione e formazione diversi da quelli istituzionali e valorizzare al meglio le loro potenzialità personali, stimolando apprendimenti informali e non formali (competenze chiave per il Lifelong Learning)
- valutare la corrispondenza delle aspettative e degli interessi personali con gli scenari e le opportunità professionali
Questi obiettivi si collegano alle finalità individuate dalla Legge 107/2015:
a) a)attuare modalità di apprendimento flessibili e equivalenti sotto il profilo culturale ed educativo,
rispetto agli esiti dei percorsi del secondo ciclo, che colleghino sistematicamente la
formazione in aula con l'esperienza pratica;
b) arricchire la formazione acquisita nei percorsi scolastici e formativi con l'acquisizione di
competenze spendibili anche nel mercato del lavoro;
c) favorire l'orientamento dei giovani per valorizzarne le vocazioni personali, gli interessi e
gli stili di apprendimento individuali;
d) realizzare un organico collegamento delle istituzioni scolastiche e formative con il mondo
del lavoro e la società civile, che consenta la partecipazione attiva dei soggetti di cui
all'articolo 1, comma 2, nei processi formativi
e)correlare l'offerta formativa allo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio
In attesa che il Registro nazionale per l’alternanza scuola lavoro assuma la piena operatività, il Liceo ha già cominciato a intrattenere contatti con Enti, Associazioni, Aziende e Ordini Professionali per collaborazioni e partnership compatibili con l’offerta disponibile sul territorio. Sono in essere numerose convenzioni e ne verranno stipulate di nuove per garantire a tutti gli studenti la possibilità di effettuare i percorsi.
Il progetto attualmente prevede :
Per gli studenti :
- Corsi di formazione in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, rivolti agli studenti inseriti nei percorsi di alternanza e svolti secondo quanto disposto dal d.lgs.81/2008 (4 ore di formazione generale e 4 ore certificazione di Rischio basso)
- Interventi di formazione generale in aula per le classi terze e quarte
- Stage nel periodo estivo o di sospensione dell’attività didattica ed eventuali stage durante l’anno scolastico (anche per l’intera classe e/o anche su progetti specifici)
- Esperienze nel mondo del lavoro articolate su differenti livelli: visite guidate, conoscenza per osservazione, esercitazioni esterne, stage all’estero, lezioni con esperti esterni, collaborazioni con associazioni culturali e di categoria
- Personalizzazione del progetto di alternanza scuola lavoro per gli studenti che frequentano l’anno all’estero o un lungo periodo, valorizzando le esperienze e le competenze maturate (riconoscendo un numero di ore proporzionale al numero dei mesi: 20 ore per ogni mese in cui si è frequentata una scuola all’estero, secondo la certificazione/documentazione fornita dall’Associazione o dall’Organizzazione che ha gestito l’esperienza e dalla scuola frequentata e il progetto formativo).
Per quanto concerne i Consigli di Classe e i Docenti il progetto prevede di:
- avviare un processo complessivo di armonizzazione dei percorsi di alternanza con la didattica
- offrire percorsi formativi ai docenti della scuola (Corso di Formazione) e creare un gruppo stabile di lavoro

Albo on line

albo on line

 
Go to top